Res Aeronautica

Vai ai contenuti

Menu principale:

Res Aeronautica, una storia di AeroplaniPrototipiProgettiPilotiBattaglie 

Read me in...
"Dispone in ordine le penne come le ali degli uccelli,
e intreccia con fili di lino l’opera lieve,
le sigilla nel fondo con cera liquefatta sul fuoco,
ed ecco compiuta l’opera della nuova scienza."
(Ovidio, Ars Amandi, II, 45).
Il desiderio di volare affonda radici antichissime nella memoria dell'uomo, il quale, fin dai primi ricordi della sua storia, ebbe sempre a guardare il cielo con un misto di timore ed ammirazione.
Da sempre affascinati dal volo degli uccelli, dal dondolare delle nuvole e dalla violenza delle tempeste, abbiamo avuto la costante spinta a guardare in alto, incoraggiati dalla convinzione che il cielo rappresentasse la vita, la libertà, nonchè la casa degli dei.
Partendo dalla più arcaica mitologia, già i nostri antenati si erano cimentati con l'idea, o sarebbe meglio dire il sogno, di potersi staccare dal suolo: dalle scarpe alate di Mercurio, al tragico dramma di Dedalo ed Icaro, infatti, è possibile rintracciare i segni del mito del volo in quasi tutte le epoche storiche, in un misto di creature leggendarie, utopici alchimisti e scienziati ante litteram.
Con l'evolversi delle scienze e delle conoscenze delle leggi della natura, tuttavia, si assistì ad un progressivo passaggio del volo dallo stato del mito epico/letterario a quello dell'esperimento, in un lungo travaglio che potrà dirsi "concluso" solamente nel 1903 con l'impresa dei fratelli Wright.
In un misto di tentativi, progetti ed ipotesi, che si snodano tra i disegni di Leonardo Da Vinci, la prima mongolfiera e gli aquiloni, il tentativo di volare conobbe un progressivo sviluppo, il quale, nonostante i rischi, le vittime e i gravi incidenti, fu al centro di una frenetica corsa per superare ciò che per secoli era stato semplicemente impossibile.
Grazie al volo dei sopra citati Wright, infine, comparve sulla scena internazionale e storica il primo mezzo realmente capace di raggiungere finalmente la tanto ambita impresa: l'aeroplano.
In un crescendo di importanza e carico di sempre maggiore significato, infatti, l'aereo divenne in breve tempo il "mattone" di base di un numero infinito di settori: militare, commerciale, sportivo, ricerca scientifica, scopi umanitari e soccorsi, collegamenti postali, meteorologia, esplorazione, politico e propagandistico, industriale e manifatturiero, scolastico, artistico ed intrattenimento tanto per citarne alcuni.
Se siete lettori di Res Aeronautica non vi è bisogno di ulteriori preamboli: dai timidi e fragili biplani di tela della prima guerra mondiale, ai moderni Jet della contemporanea industria aerospaziale, ogni velivolo, ogni apparecchio merita di conoscere il suo posto e la sua collocazione nella storia di questo affascinante mondo di appassionati; e qui è quel che cercheremo di fare.

Contattami






Torna ai contenuti | Torna al menu