Renard R-36 - Res Aeronautica

Vai ai contenuti

Menu principale:

Renard R-36

Progettato da Alfred Renard, il Renard R-36 era un moderno caccia interamente metallico risalente al 1936 e destinato a costituire il nuovo nucleo da caccia per l'aviazione belga in sostituzione del vecchio Fairey Firefly II.
Il progetto fu portato avanti fino al 1938 e faceva parte di una famiglia di apparecchi realizzati dalla stessa ditta accomunati dall'adozione di una stessa cellula, ma con differenti motorizzazioni.
Contemporanei al Renard R-36, gli altri velivoli (R-37, R-38) riceveranno una più approfondita trattazione in apposito post.
Il mezzo belga si proponeva come un apparecchio dalle linee eleganti, moderne e molto studiate dal profilo aerodinamico, sottolineando una spiccata modernità concettuale e progettuale.
Costruito celermente, nel 1937 il primo prototipo ricevette il battesimo dell'aria, realizzando ottime prestazioni e ricevendo fin da subito il faovre dei collaudatori. Unico problema fu registrato in merito al comportamento dei piani di coda, che furono notevolmente ampliati.
Nonostante le ottime performance del prototipo, le autorità rimasero piuttosto restie nel giudicare l'R-36, tanto che si limitarono a commissionarne un provvisorio lotto di 40 esemplari.
Dato lo scetticismo dell'esercito, la Renard non potè fare altro che proseguire nell'opera di collaudi e test: nel 1939, però, l'R-36 fu vittima di un incidente mortale, le cui cause rimasero un mistero, ma pare che si sia verificato un problema all'interno dell'abitacolo tale da rendere l'aereo ingovernabile.
A causa del tragico episodio, i dubbi delle autorità si concretizzarono ancora di più ed il precedente ordinativo siglato fu presto cancellato, mentre l'intero programma fu scartato in favore dell'acquisto di licenza di costruzione del britannico Hawker Hurricane.
Nel tentativo di ridare vita al progetto dell'R-36, la Renard propose il proprio aeroplano al mercato internazionale e specialmente al governo francese: nonostante le speranze, però, anche in questo caso le trattative finirono negativamente ed il governo transalpino declinò l'offerta della piccola casa belga.
Dopo l'ulteriore rifiuto incassato, il programma dell'R-36 fu definitivamente abbandonato e non si procedette nemmeno a riparare il prototipo precedentemente danneggiato, il quale fu in definitiva demolito.
Dati TecniciRenard R-36:
Propulsore:1 Hispano-Suiza 12 Ycrs.
Potenza:910 hp.
Tipologia:In Linea.
Velocità Massima:515 km/h.
Tangenza Operativa:12.000 m.
Autonomia:1.000 m.
Armamento:1 cannoncino da 20 mm.
4 mitragliatrici da 7,7 mm.
Carico Utile:N/A kg.


Nessun commento
Torna ai contenuti | Torna al menu