V.L. Pyorremyrsky - Res Aeronautica

Vai ai contenuti

Menu principale:

V.L. Pyorremyrsky

Nella primavera del 1943 la Finlandia si trovava in una situazione piuttosto complicata: da un lato, infatti, l'offensiva contro la Russia comunista si era completamente arenata e stavano iniziando le prime forti avvisaglie della controffensiva sovietica; dall'altro lato, l'attività della V.V.S. si era notevolmente intensificata e i caccia finnici non erano più in grado di fornire un'efficace opposizione.
Nacque così l'esigenza di aggiornare il proprio parco macchine con aeroplani moderni in grado di competere con il nemico.
In quest'ottica furono richiesti ed ottenuti svariati esemplari di Messerschmitt Bf 109 G dalla Germania e vennero avviati studi per la produzione di un nuovo apparecchio indigeno realizzato con materiali non strategici: venne così portato alla luce il Pyorremyrsky.
Si trattava di un caccia largamente ispirato al Bf 109 F, tanto che un occhio poco esperto potrebbe a prima vista confonderli, ma in realtà si trattava di un progetto completamente nuovo.
L'aereo era uno snello ed elegante monoplano dalla costruzione mista, ma gran parte della struttura e del rivestimento era in legno, spinto da un Daimler-Benz DB 605.
I lavori, nonostante la sempre maggiore richiesta da parte delle autorità, procedettero lentamente ed il primo prototipo non fu pronto prima della firma dell'armistizio concluso dal paese scandinavo con la Russia (1944).
Sebbene la necessità di un nuovo velivolo fosse venuta meno, il progetto fu portato avanti, almeno fino alla costruzione del primo prototipo, che fu portato in volo solamente nel 1945.
L'apparecchio presentava delle notevoli prestazioni ed era caratterizzato da un'eccellente agilità: aveva, pertanto, le potenzialità per poter essere prodotto in larga scala e per ottenere ottimi risultati; tuttavia la mancanza di motori, per i quali la licenza di produzione tedesca non era stata perfezionata, portò all'abbandono del progetto.
L'unico prototipo realizzato è fortunosamente sopravvissuto fino ai giorni nostri e si trova conservato al Museo dell'Aeronautica di Tikkakoski.
Dati TecniciV.L. Pyorremyrsky:
Propulsore:1 Daimler-Benz DB605A.
Potenza:1.475 hp.
Tipologia: In Linea.
Velocità Massima:645 km/h.
Tangenza Operativa:11.250 m.
Autonomia:950 km.
Armamento:2 mitragliatrici da 12,7 mm.
1 cannoncino da 20 mm.
Carico Utile:N/A kg.


Nessun commento
Torna ai contenuti | Torna al menu