Westland P.12 Wendover - Res Aeronautica

Vai ai contenuti

Westland P.12 Wendover

Il Westland Lysander fu, come accennato nell'apposita scheda, un velivolo molto duttile e polivalente, con il quale si portarono a termine missioni di ogni genere e dagli ambiti operativi di ampio respiro.
Nonostante la grande versatilità congenita dell'apparecchio, però, furono comunque fatti svariati tentativi per “specializzare” il Lysander in altri ruoli, fra i quali merita un particolare approfondimento il progetto del Westland P.12, denominato anche come “Wendover”.
La nascita del programma risale al 1940 e fu dettata dalle pressanti necessità ed urgenze operative britanniche: con il concreto pericolo di uno sbarco tedesco sulle cose dell'Inghilterra meridionale, infatti, ci si rese conto che la R.A.F. non deteneva un parco macchine particolarmente adatto all'assalto ed al bombardamento tattico, cosa che invece la Luftwaffe aveva ormai da tempo collaudato con lo Stuka e gli altri bombardieri d'attacco al suolo.
In tale quadro operativo, pertanto, si richiese un aeroplano capace di poter attaccare le colonne nemiche, soprattutto quelle di fanteria, causando il maggior numero di perdite possibile.
L'idea venne accolta dalla Westland, la quale propose una variante del Lysander, indicata come P.12, appositamente modificata per il mitragliamento a bassa quota.
Il progetto, in buona sostanza, consisteva nella modifica della sezione posteriore di un normale Lysander, la cui coda doveva essere accorciata ed ampliata per poter ospitare una torretta idraulica a quattro armi Bolton-Paul.
Per forza di cose dovette essere rivisto anche il timone dell'aereo, il quale venne trasformato in bideriva e i cui impennaggi verticali furono situati a grande distanza fra loro, tanto da rendere quelli orizzontali delle vere e proprie seconde ali posteriori.
Data la situazione di estrema emergenza, l'idea venne portata immediatamente sul piano pratico e per l'occasione fu modificato il prototipo K6127: portato in volo già nel corso del '40, l'aereo mostrò delle doti sorprendentemente buone anche a seguito dell'aumento di peso relativo alla torretta posteriore, la quale, per la cronaca, durante i primi collaudi era stata installata solo in forma di simulacro.
Nonostante la fattibilità della proposta, però, alla fine il progetto del P.12 rimase lettera morta e dopo qualche breve collaudo l'intero programma fu abbandonato.
Dati TecniciWestland P.12 Wendover:
Propulsore:1 Bristol Perseus XII.
Potenza:890 hp.
Tipologia:Radiale.
Velocità Massima:360 km/h.
Tangenza Operativa:6.400 m.
Autonomia:800 km.
Armamento:4 mitragliatrici difensive di coda da 7,7 mm.
Carico Utile:N/A kg.


Nessun commento
Torna ai contenuti | Torna al menu